top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreRik Grey

Cani come entità spirituali

Aggiornamento: 19 dic 2017

I cani erano considerati come una sorta di animale sacro, che apparteneva sia al mondo reale che al mondo spirituale.


Ci sono storie in cui i cani svelano i poteri malvagi: un cane con il suo abbaio svela la vera identità di uno spettro volpe sotto le sembianze di una donna bellissima, un altro perde la vita dopo uno scontro con un mostro scimmia. I cani insomma erano visti un po' come un talismano contro il male e il loro abbaiare si credeva tenesse lontano gli spiriti malvagi. Questo non vuol dire che i cani venissero sempre trattati bene, anche se in Giappone troviamo perfino diversi templi dedicati ai cani o dove essi sono identificati come messaggeri divini. L'immagine del post ritrae il cane del templio Konpira: in questo caso il cane non è messaggero "della" divinità ma "per" la divinità, cioè il tramite attraverso cui la preghiera umana arriva alla divinità.


23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page